Arcaniversitas Wiki
Advertisement

Dorea Atanasio è una studentessa di Roccantica.

"Memento mori" si soleva dire ai grandi stregoni sin dall’epoca latina, per ricordar loro che, malgrado l’immenso potere, la natura del corpo è fragile e transitoria. Doron lo lesse in un libro di suo padre, quand’era piccolo. Allora, la sua salute cagionevole gli lasciava molto tempo da passare tra i libri, da cui apprese le avventure di maghi famosi, ma anche le loro atroci dipartite. Per questo, anche se oggi Doron è forte e in salute, non smette di ricordare a sé e a coloro che ama che la falce della morte è sempre in agguato. E che correre per le scale può essere pericoloso. E che inoltrarsi nella foresta può esporli all’appetito di belve misteriose. E che le bacchette vanno maneggiate sempre con cura, sia mai finiscano nell’occhio di qualcuno. Insomma, non è sempre stato facile per gli amici di Doron stargli accanto, ma hanno compreso che dietro il suo fatalismo si cela solo apprensione e affetto. E poi, non fa mai male dargli retta. È, infatti, capitato che alcuni dei suoi cosiddetti avvertimenti rimasti inascoltati si siano poi avverati, con sorprendente precisione. È nata così una strana abitudine tra gli studenti: prima di cacciarsi nei guai, chiedono a Doron la sua approvazione, per scongiurare risvolti tragici ed evitare i pericoli paventati dal giovane fatalista. Se sia un caso o se nasconda qualcosa, nemmeno i suoi amici più stretti hanno avuto il coraggio di chiederglielo.

Advertisement