Arcaniversitas Wiki
Advertisement

Janira Ferrante è un agente dell'Ufficio Auror italiano.

L’agente Ferrante è un elemento di spicco del corpo Auror. Sempre in prima linea nelle situazioni di emergenza, crede che il garbo e l’educazione siano superflui perché la giustizia e la sua esecuzione non necessitano di orpelli. Aveva un marito, che pare sia scomparso in circostanze misteriose e questo ha peggiorato il suo carattere già difficile. Ha chiesto lei di essere assegnata al nuovo Presidio di Borgotorvo per vigilare sulla sicurezza degli studenti e degli abitanti del villaggio. Era uno dei più fieri Draghi della sua generazione e approfitterà di questa occasione per toccare con mano il nerbo delle giovani leve della sua vecchia Congrega. Non nasconde il disprezzo per gli Sphynxenigra che ritiene la faccia sporca della medaglia dell’onore e della supremazia dei maghi di cui i Rubendraco costituiscono invece quella splendente. Non crede affatto che il rinnovamento e la rifondazione della congrega perduta avvenuti lo scorso anno siano sinceri e farà tutto quanto le sarà possibile per fare luce su molti fatti avvenuti in quei giorni e non ancora acclarati.

Legami pubblici

Tancredi “Argo” Adamante è il suo comandante presso il Presidio di Borgotorvo; i due sembrano legati da un solido rapporto di fiducia e stima reciproca. Viola Tibasti e Clarissa Lira sono presenze fisse al Presidio e Janira collabora volentieri con loro. Ultimamente è giunto a Borgotorvo anche Caronte Spiedomarte, Vicedirettore dell’Ufficio Auror, e la Ferrante scatta sempre sull’attenti in sua presenza.. Fuori dall’orario di lavoro Janira visita spesso la scuola di Torrebruma per interloquire con Elora de Lunari, la nuova preside. I rapporti con Onofrio Foschi invece sembrano essersi raffreddati, sia dal punto di vista personale che professionale.

151118

Advertisement