Stella Desognis è una studentessa di Torrebruma al terzo anno.

Dovunque vada, Stella finisce sempre per essere considerata quella "stramba". Sarà forse a causa della sua fervida immaginazione e delle sue sfrenate fantasie che la strega condivide con gli altri senza alcun timore di essere giudicata. Ma forse Stella risulta peculiare anche perché è spesso molto distratta e disattenta, non è raro vederla abbandonare a metà qualsiasi faccenda la stesse impegnando solo perché attirata da qualcosa di completamente differente e spesso per motivi chiari solamente a lei. Stella però non è solamente una ragazza distratta e con la testa tra le nuvole, è anche una strega brillante e a Torrebruma si è distinta fin da subito come una delle studentesse più promettenti. Gira voce che Stella non sia sempre stata così peculiare, si dice che abbia iniziato a comportarsi così solo da quando, all'età di sei anni, è stata rapita da un circolo di fate. I genitori di Stella (Augusto e Fenoria Desognis) hanno lottato per alcune settimane prima di riuscire a convincere le fate a rilasciare la loro piccola. Stella parla di quel periodo come di un'avventura piena di eventi assurdi e interessanti, racconti che il più delle volte risultano inverosimili agli altri abitanti del Mondo Magico.

Legami Pubblici

Agli occhi degli studenti di Torrebruma, Stella e la sua compagna di Casa Annalisa Mentaverde formano una coppia pressoché indissolubile. Nonostante le due ragazze siano molto diverse - o forse proprio in virtù di ciò - in genere dove si trova l’una c’è anche l’altra. Con Virgilio Biscotti si è instaurata subito una simpatia a pelle, forse perché Virgilio è molto incuriosito dai racconti di Stella sulle fate. Si trova spesso in compagnia di Pamela Arpeggi, molti degli altri studenti asseriscono che le due in qualche modo si assomiglino, ma Pamela e Stella non riescono a capire in cosa. Rispetta molto la vicepreside Valeriana Calmamentis, ma sembra un pochino in soggezione quando si tratta di parlare con la preside Elora De Lunari.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.